VENICE ARTHOUSE: MOVE WITHOUT MOVING

Il progetto e' stato dedicato al tema della salute e in particolare alle malattie che comportano disturbi al movimento con l'obiettivo da un lato, di valorizzare l'arte come strumento che aiuta alla mancanza di movimento, dall'altro per una raccolta significativa di fondi destinata a Maria Elena e Marta che soffrono di tetraparesi spastica, anch'esse protagoniste nella kermesse.

DESCRIZIONE DELL’OPERA

MIXTURES 6.2013

PANNELLO CM. 45 X 75,

TECNICA MISTA, MATERIALI VARI SU LEGNO

MILANO 2013

Ci troviamo in un momento storico caratterizzato da grandi cambiamenti. Dopo anni di protagonismo, offuscato dalla mania del consumismo, siamo di fronte a scelte diverse e a rinnovamenti impegnativi. Tutto ciò che è stato costruito con l’effimero e l’utopia si sta a poco a poco sgretolando. In questo contesto sociale si assiste alla facilità e alla leggerezza con cui l’uomo si disfa’ dei materiali e delle cose utilizzate e possedute con una velocità sempre maggiore. Gli oggetti utilizzati quotidianamente vengono a perdere il loro significato e tutto diventa vecchio, obsoleto, non di moda. Mi piace pensare e provocare nel recuperare e riportare in vita i “materiali “ dagli angoli più remoti della periferia urbana, dei centri commerciali, da residui e scarti di lavorazioni o dal rinnovo di edifici ed arredi per rigenerarli e ricombinarli, consegnandoli ad un nuovo utilizzo nell’esclusiva unicità. Con l’approccio progettuale, lo spirito creativo, il senso della sperimentazione, si può intervenire sulla materia introducendo assemblaggi di vario tipo, collage, macchie, scolature, procedimenti che riportano la materia in vita.

Premium Joomla Templates